Elenco dei Confidi Minori


Confidi iscritti nella sezione di cui al previgente art.155, c. 4 del T.U. bancario, che la Banca d'Italia continua a tenere, ai sensi dell'art. 10 del D.Lgs. 13 agosto 2010, n.141, fino al termine del periodo transitorio ivi previsto.

Si ricorda che la Banca d'Italia, una volta accertati i requisiti per l'iscrizione iniziale, non dispone di alcun potere di controllo successivo - informativo o rispettivo - sui confidi minori. I confidi ex art. 155 comma 4 sono infatti espressamente sottratti dall'applicazione delle disposizioni del Titolo V del T.U.B. relative agli intermediari finanziari e la loro operatività non è sottoposta al regime di vigilanza prudenziale della Banca d'Italia (si veda anche la sezione: Home / Compiti / Vigilanza sul sistema bancario e finanziario / Intermediari)